Acciaio COR-TEN

L'acciaio COR-TEN (in inglese weathering steels) fa parte della categoria degli acciai basso legati definiti patinabili (è detto anche acciaio patinato).

Cenni storici:
L'acciaio COR-TEN è stato brevettato dalla United States Steel Corporation nel 1933 che lo lanciò come acciaio basso legato con 0,2-0,5% di rame, 0,5-1,5% di cromo e 0,1-0,2% di fosforo. La composizione negli anni ha subito alcune modifiche, quali ad esempio l'introduzione dello 0,4% di nichel, la riduzione del fosforo al 0,04% nonché l'aggiunta di piccoli tenori di altri elementi, capaci di migliorare la sua resistenza meccanica. Attualmente si possono ottenere acciai COR -TEN con una resistenza allo snervamento fino a 580 MPa.

Caratteristiche:
La principale peculiarità dell'acciaio COR-TEN è quella di autoproteggersi dalla corrosione elettrochimica, mediante la formazione di una patina superficiale compatta passivante, costituita dagli ossidi dei suoi elementi di lega, tale da impedire il progressivo estendersi della corrosione; tale film varia di tonalità col passare del tempo, solitamente ha una colorazione bruna. È evidente il comportamento notevolmente diverso dell'acciaio COR-TEN rispetto a quello al carbonio nei confronti dell'azione corrosiva, infatti in quest'ultimo il film superficiale formato dai prodotti di ossidazione (ruggine) risulta poroso e incoerente e per questo non idoneo a passivare il sottostante metallo. La formazione del film superficiale passivante avviene però solo in presenza di determinate condizioni ambientali quali:

  • esposizione all'atmosfera;
  • alternanza di cicli di bagnamento-asciugamento;
  • assenza di ristagni e/o contatti permanenti con acqua.

Solitamente utilizzato in interventi di carpenteria di tipo pesante o per la realizzazione di sculture, l'acciaio COR-TEN proprio grazie alle caratteristiche meccaniche del materiale, all'alta resistenza alla corrosione e alle particolari tonalità cromatiche ha trovato di recente applicazione in architettura nella realizzazione di profili per serramenti dotati di tecnologia a taglio termico[3].

Origini del nome:
Dalle principali caratteristiche dell'acciaio COR-TEN :
  • elevata resistenza alla corrosione (CORrosion resistance)
  • elevata resistenza meccanica (TENsile strength)
deriva il suo nome.

Tipologie:
Esistono tre tipi di acciaio COR-TEN:
  • COR-TEN tipo A: comunemente denominato al fosforo, viene utilizzato per applicazioni architettoniche. Ha una resistenza agli agenti atmosferici da 5 a 8 volte quella dell'acciaio al carbonio;
  • COR-TEN tipo B: comunemente denominato al vanadio, viene utilizzato per strutture fortemente sollecitate. Ha una resistenza agli agenti atmosferici di circa 4 volte quella dell'acciaio al carbonio
  • COR-TEN tipo C: viene utilizzato per strutture fortemente sollecitate. Ha una resistenza agli agenti atmosferici di circa 4 volte quella dell'acciaio al carbonio.
La norma EN 10025-5 definisce le caratteristiche meccaniche e chimiche degli acciai COR-TEN.

Impiego:
Tra i vari impieghi dell’acciaio COR-TEN IDROFLORENCE utilizza questo materiale per : carpenteria strutturale, per sottostrutture di facciata e per rivestimenti di facciata. Lo spessore di lavorazione della lastre di facciata può variare dai 2mm ai 4mm e la tecnica di posa può essere con fissaggio a vista o nascosto. Sulla base delle esigenze progettuali il nostro ufficio tecnico fornirà le soluzioni più appropriate ed il loro dettaglio.